Gordon Bennett

La Svizzera, il Paese delle mongolfiere

In Svizzera il volo in aerostato è entrato nella leggenda grazie alla famiglia Piccard e ai suoi record, ma la sua storia comincia già a Basilea nel 1788, con l’ascensione di un pallone a idrogeno. Oggi la tradizione si perpetua attraverso la Coppa Gordon Bennett, la più famosa competizione aerostatica del mondo. L’edizione 2017 si svolge in Svizzera, nella Gruyère per la precisione, dall’8 al 10 settembre.

Mongolfiera o pallone, l’importante è volare il più in alto possibile 

Lo studio, la costruzione e la guida di aerostati più leggeri dell’aria è molto alla moda alla fine del XVIII secolo. I fratelli Montgolfier utilizzano aria calda per sollevarsi da terra secondo il principio di Archimede, mentre il fisico Jacques Charles preferisce l’idrogeno. L’importanza di potersi sollevare e osservare il terreno dall’alto non sfugge certo ai militari. Alla fine del XIX secolo tutti gli eserciti europei fanno uso di palloni. In Svizzera, nel 1879 il Consiglio federale decide di creare una compagnia di piloti di aerostati, che tuttavia perde rapidamente di importanza con la creazione delle truppe di aviazione, meno visibili, più rapide e più maneggevoli, e viene dunque soppressa nel 1937.

Laurent Sciboz & Nicolas Tièche

La Svizzera, punto di partenza di avventure e record straordinari

Il nostro Paese ha lasciato il segno nel volo aerostatico mondiale – e l’avventura continua. I fratelli Jacques e Auguste Piccard seguono entrambi, intorno al 1915, una formazione militare come piloti di aerostato. Nel 1923 Auguste Piccard partecipa alla 12a Coppa del mondo di palloni a gas, la già celebre Gordon Bennett. Le pessime condizioni atmosferiche non gli permettono purtroppo di andare molto lontano: si posa a soli 85 km dal punto di partenza. Il 27 maggio 1931 riesce a raggiungere l’altitudine di 15’781 metri con un pallone a gas – un’impresa incredibile – grazie alla sua invenzione, la cabina pressurizzata. È il primo uomo a vedere con i propri occhi la curvatura della Terra.

Auguste Piccard
Auguste Piccard © Archives Piccard

Il nipote, Bertrand Piccard, insieme a Brian Jones, è il protagonista del primo giro del mondo in aerostato, effettuato a bordo del Breitling Orbiter III. Il pallone, di 55 m di altezza per un volume di 18’500 m3 di elio, deve poter rimanere in volo per tre settimane. I due piloti decollano da Château-d’Oex, nelle Alpi vodesi, il 1° marzo 1999 e atterrano a Dakhla in Egitto il 21 marzo. Con 19 giorni, 21 ore e 47 minuti di volo senza scali il record mondiale è battuto. È la vittoria di un gruppo composto dai migliori meteorologi del mondo che ha potuto realizzare il suo sogno anche grazie all’impegno della diplomazia svizzera, che gli ha aperto le porte di 33 Paesi del pianeta.

Breitling Orbiter III
Breitling Orbiter III © Archives Piccard

La scelta di Château-d’Oex da parte di Bertrand Piccard e Brian Jones consolida la reputazione della località del Cantone di Vaud come capitale svizzera dei palloni aerostatici. La storia di questa folle avventura può essere ripercorsa visitando il museo locale, «L’Espace Ballons». Il Festival internazionale dei palloni aerostatici e delle mongolfiere ha luogo ogni anno a Château-d’Oex alla fine di gennaio. Per l’occasione arrivano in Svizzera piloti di una ventina di Paesi che a bordo delle loro mongolfiere, un centinaio, approfittano del clima eccezionale delle Alpi in inverno.

Château-d'Oex 2016 © Luc Geys
Château-d'Oex 2016 © Luc Geys

Organizzatore della Gordon Bennett 2017, il Comune di Gruyères diventa la capitale mondiale del pallone a gas

L’8 settembre 2017 la 61a edizione della Coppa Gordon Bennett Friburgo 2017 partirà dall’aerodromo della Gruyère, ai piedi del Castello. Alla gara parteciperanno 22 equipaggi di 13 nazioni che tenteranno di percorrere la distanza più lunga possibile, misurata in linea retta dal punto di partenza al punto di arrivo, senza limiti di tempo. L’organizzazione, in terra friburghese, della più antica e prestigiosa competizione di aerostati del mondo farà conoscere il Cantone e la Svizzera ben al di là delle frontiere nazionali.

GB

La gara e le sue regole

È nell’autunno del 1906 che Sir James Gordon Bennett lancia la prima edizione della Coppa Gordon Bennett, definendone personalmente le regole, in seguito mai cambiate. Sedici palloni decollano dal Giardino delle Tuileries a Parigi davanti a oltre 200’000 spettatori sbalorditi.

L’obiettivo della gara è percorrere il maggior numero possibile di chilometri in aria senza limiti di tempo. La distanza viene in seguito calcolata in linea retta tra il punto del decollo e quello di atterraggio. Nel 2008 l’equipaggio francese Villey/Buron Pilatre vola per 22 ore e atterra a 20 km dal punto di partenza... dopo aver seguito una traiettoria circolare di 400 km. La competizione può durare vari giorni e notti a seconda delle condizioni atmosferiche. L’ammaraggio implica la squalifica, come l’atterraggio in alcuni Paesi, vietati perché non partecipano alla gara. Ogni nazione partecipante può iscrivere al massimo tre equipaggi composti da pilota, copilota e gruppo di supporto a terra. Il Paese d’origine dell’equipaggio vincitore organizza la gara due anni dopo. A questo scopo la federazione nazionale di aerostatica pubblica un bando sotto l’egida della Fédération Aéronautique Internationale (FAI) che ha la sua sede a Losanna.

1910
1910, gonfiaggio dei palloni a gas a St. Louis, Missouri USA.

I palloni a gas

I palloni a gas sono più piccoli delle mongolfiere. Decollano infatti con 1000 m3 di idrogeno, mentre il volume di una mongolfiera media è di 3000 m3. La loro autonomia però è più grande: un pallone può volare per 48 ore senza problemi, una mongolfiera di 3000 m3 raggiunge eccezionalmente le tre ore di volo. Il «carburante» è costituito dalla zavorra di sabbia o acqua caricata a bordo. Per salire i piloti scaricano sabbia o acqua, per scendere aprono la valvola per far uscire del gas. Il pilota che sa economizzare al massimo sabbia e gas andrà più lontano. L’impronta ecologica di un pallone a gas è minima rispetto ad altri mezzi di trasporto aereo. L’idrogeno in effetti non è un gas inquinante: è l’elemento chimico più diffuso nell’universo.

Una gara combattuta

La competizione del 2017 si annuncia molto accesa. Tra i piloti ci sono infatti i due volte campioni del mondo in carica, Kurt Frieden e Pascal Witprächtiger (Turgovia), dell’equipaggio SUI-1, che saranno sfidati dal gruppo locale, SUI-2 Fribourg Freiburg Challenge di Nicolas Tièche e Laurent Sciboz (Friburgo), vicecampioni del mondo nel 2016. Walter Gschwendtner e Max Krebs (Zurigo), che hanno già al loro attivo, rispettivamente, sette e sedici partecipazioni alla Coppa Gordon Bennett, costituiranno il team SUI-3, il terzo equipaggio che difenderà i colori della Svizzera.

Team SUI01
Team SUI01

Una grande festa 

I palloni si alzeranno in volo venerdì 8 settembre nel tardo pomeriggio. Dopo la cerimonia del decollo la festa continuerà con uno spettacolo di suoni e luci in quattro quadri: la «Balade dans le ciel de l’Armailli» di Bernard Maciel, l’illuminazione di mongolfiere su un arrangiamento musicale di Frédéric Rody, la proiezione di luci sul Moléson e infine i fuochi d’artificio.

Kurt Frieden
Lo svizzero Kurt Frieden, vincitore della coppa del mondo 2015 e 2016, concentrato prima del decollo.

Durante il fine settimana i visitatori potranno vivere la Gordon Bennett Fribourg 2017 dalla piazza della festa grazie a regolari comunicati diffusi dalla direzione della gara e a ospiti famosi come Brian Jones. Tramite i GPS installati a bordo dei palloni sarà possibile seguire in diretta le traiettorie degli equipaggi (live tracking) attraverso l’Europa sugli schermi giganti installati sulla piazza della festa, sulle reti sociali e sul sito Internet.

Dal venerdì mattina l’aerodromo della Gruyère sarà teatro di una grande festa popolare incentrata sugli sport aerei. I campionati svizzeri di paracadutismo si svolgeranno nello stesso luogo e nello stesso momento da giovedì 7 a domenica 10 settembre. L’accesso al sito e a tutte le animazioni aperte al pubblico è gratuito. Per favorire una mobilità dolce tra la stazione di Bulle e l’aerodromo della Gruyère circoleranno ogni mezzora dei bus navetta.

GER
2014, il pallone dei tedeschi Eimers e Zenge. La gioia di prendere il volo prima del piacere della vittoria.

Scoperte gastronomiche e musicali

Animazioni culinarie e musicali completeranno il programma. Partner gastronomico della Gordon Bennett Fribourg 2017, la Bénichon du Pays de Fribourg proporrà varie degustazioni e, sabato e domenica, un mercato degli artigiani locali e dei prodotti tipici. Vari gruppi musicali locali (in tutto quasi 300 persone) animeranno la festa.

Leave a comment